giovedì 20 marzo 2008

La differenza di età giusta ? da 5 a 15 anni !

Le statistiche dicono che i maschi monogami riescono ad avere un maggior numero di figli sposando donne più più giovani. Ma quanto giovani ? Uno studio del profesore Svedese Fieder M, Huber, pubblicato lo scorso anno su Biology letters, suggeriva una differenza di età tra i 4 e i 6 anni come quella ideale.

Ma un nuovo studio, in risposta al precedente e pubblicato sulla stessa rivista, mostra come dipenda dalla società presa in esame: in una popolazione finlandese, una differenza di età molto maggiore, ben 15 anni, è risultata la migliore per rendere la coppia prolifica. Analizzando dati della popolazione svedese, Martin Fieder e Susanne Huber, entrambi dell'università di Vienna, sostenevano che coppie con una lei più giovane di 4-6 anni avevano il maggior numero di figli. Le motivazioni, varie e spesso controverse, desterebbero l'ira di ogni femminista. “Gli uomini tendono a desiderare le donne più giovani perché le trovano più attraenti fisicamente, mentre le donne cercano in un partner maschile stabilità e sicurezza, caratteristiche più facili da trovare in uomini più anziani”, spiega Fieder.

Nella nuova ricerca Samuli Helle, dell'università di Turku in Finlandia, ha ripreso un'indagine di vari anni fa. "Nel 2001 ho studiato la demografia della popolazione della Finlandia - spiega la ricercatrice - non ho pubblicato l'articolo, ma, dopo avere letto i dati sulla Svezia, ho pensato di scrivere una risposta". Il team di Helle ha usato le statistiche demografiche del popolo Sami, abitante nella Finlandia del Nord, dal diciasettesimo al diciannovesimo secolo. In questa cultura le più prolifiche risultavano le coppie con ben 15 anni di differenza. "Non sappiamo perché in questa popolazione l'intervallo di anni ottimale fra genitori sia così alto, ma potrebbe dipendere dalle differenze sociali di questa popolazione rispetto a quella svedese.

Fonte: Fieder M, Huber S. Parental age difference and offspring count in humans. Biology
Letters 2008; 3(6): 689-691 DOI 10.1098/rsbl.2007.0324.
Ripresa da Yahoo Notizie

lunedì 3 settembre 2007

Dove sono le scammers.

Ricevo e subito pubblico questa mail.

Ciao, sono Enrico (nuovo iscritto).
Ho letto la tua pagina; desidero farti sapere cosa mi è accaduto in questo ultimo periodo :
preso nik su meetic, ho contattato una ragazza russa ! Foto stupende, lettere lunghissime tradotte in automatico e quindi strafalcioni incomprensibili.
Consapevole di quanto potesse succedermi, sono stato al (gioco) . Doveva arrivare a Torino il 14 Agosto alle 22,55 . Non si è vista.
Sintetizzo e dandomi dell'incauto e credulone, questo scambio di scritti mi è costato 3900 Euro !
Ho sempre avuto forti dubbio che una ragazza di 29 anni potesse (cadere nell'amore così tutte scrivono) per un uomo di 63 anni, anche se ben portati.
Purtroppo ho scoperto il sospettato inganno solo il giorno dopo aver inviato la somma. Darmi dello stupido mi può anche star bene, però non sono poi cosi tanto arrabbiato, L'esperianza ha un costo....
Di questa ragazza ho scoperto a mezzo GOOGLE che dispone di 4 indirizzi E-mail diversi, stesse lettere evasive, stesse foto con pose per tutti i gusti
nessun telefono, mai sentito la sua voce..etc.etc.
Sono ancora riuscito a bloccare le ultime 500 EURO. Ovviamente ieri 27 agosto ho informato le autorità competenti delle due nazioni, ora attendo
loro suggerimenti. Difficilmente riavrò il mio danaro, a me comunque importa solo sapere, se la persona in foto allegata più volte alle 55 lettere inviatomi
, corrisponde alla scrivente. Spero che le autorità del tuo paese, possano intervenire e correggere questo tipo di malaffare e punire i colpevoli di tali
raggiri !
Una cosa: a mezzo meetic è solo avvenuto il primo contatto, poi abbiamo sempre corrisposto con E-mail personali !!
Ti consento di portare a conoscenza quanto accadutomi, ovviamente senza apporre ne nome-cognome-nick:
Potrebbe servire come monito ad altri soggetti eventualmente sprovveduti !!
Le denunce sono già scattate ed attendo dalle autorità notizie che spero siano positive !
Mi permetto salutarti con un caloroso CIAO e mi rammarico di non aver "scovato" qualche giorno prima il tuo sito.
Enrico

Bella esperienza, che ci dimostra l'evoluzione (e la continuazione) del fenomeno scam.
Scam è un termine che indica un tentativo di truffa con i metodi dell'ingegneria sociale, (dall'inglese social engineering) ovvero lo studio del comportamento individuale di una persona al fine di carpire informazioni utili per truffarlo. Un ingegnere sociale (social engineer) per definirsi tale deve saper fingere, sapere ingannare gli altri, in una parola saper mentire.
Un social engineer è molto bravo a nascondere la propria identità, fingendosi un'altra persona: in tal modo egli riesce a ricavare informazioni che non potrebbe mai ottenere con la sua identità reale (info tratte da wikipedia).
Il mezzo tramite il quale lo scam vive e continua a truffare sono i siti Internet e non le Agenzie, dove per Agenzie intendo una organizzazione in grado di conoscere personalmente i candidati iscritti (uomini e donne), con la possibilità di verificarne le intenzioni e cercare di prevederne e controllare i comportamenti.
I siti Internet prediletti sono in primo luogo quelli gratuiti (free dating site), la (lo) scammer non vuole spendere soldi ma riceverne. Poi utilizza in modo fraudolento i mezzi di Social Networking più popolari : Skype ed ICQ in primo luogo. E tutte le Free communities.
Qui Migliaia di profili sono creati da personaggi che lavorano al solo scopo di attirare i polli.
Infine i grandi e popolati siti di Dating Online. Non faccio nomi ma i più conosciuti li sapete. Qui con un minimo investimento (che potrebbe far pensare ad una ragazza vera, con buone intenzioni di cercare la propria anima gemella, visto che ha pure pagato una quota di iscrizione...) la (lo) scammer letteralmente pesca decine e decine di persone in buona fede. Quindi fate MOOOLTA ATTENZIONE.
E leggete bene la lettera sopra...

mercoledì 17 gennaio 2007

Ma vogliono venire in Italia solo per il permesso di soggiorno e cittadinanza ?

Uno dei più frequenti dubbi dei miei potenziali clienti è : ma queste ragazze vogliono venire in Italia solo per ottenere il permesso di soggiorno e la cittadinanza ?

Io rispondo sempre : è uno dei luoghi comuni più diffusi e più difficili da eliminare.

Chi vuole venire in Italia solo per ottenere un permesso di soggiorno o una cittadinanza non fa una strada cosi' lunga e tortuosa come iscriversi ad una Agenzia Matrimoniale ma segue strade ben più veloci e dirette che consentano di ottenere ciò che vogliono in breve tempo, strade che spesso si incrociano con la malavita...
In 10 anni di attività posso dire con estrema sincerità di non avere mai incontrato persone di questo genere, e dire che di ragazze ne ho viste tante arrivare in Italia.
Anzi.
La verità è esattamente all'opposto e mi farebbe piacere, una volta per tutte , ripeto, una volta per tutte, chiarire quale veramente è la verità sulle ragazze Russe che si iscrivono ad una Agenzia Matrimoniale come la mia.
Voglio però sottolineare prima la frase 'che si iscrivono ad una Agenzia Matrimoniale', ovvero che si presentano in un ufficio in Russia come il nostro, hanno un colloquio, presentano foto e documenti etc... Escludo quindi tutti i siti 'virtuali' che presentano solo fotografie e dati non verificabili, dietro alle quali si può celare chiunque . E' stato scoperto, ad esempio, che un sito che vendeva indirizzi presentava tra le avvenenti ragazze (a loro insaputa) diverse attrici della Tv Russa che ovviamente non avevano nessuna intenzione di lasciare il loro paese...

La verità dicevo è questa : le ragazze vogliono trovare un partner affidabile, migliore di quello che potrebbero trovare nel loro paese. Un partner che garantisca a loro ed alla famiglia una affidabilità certa. Il fattore economico è (credetemi) di relativa importanza in un numero molto limitato di casi, certo nessuna vuole incontrare persone dalla situazione instabile, del tipo oggi ho un lavoro e domani non so...
Questo lo confermo anche nel nostro metodo di lavoro. Io non dico MAI : scegli una ragazza e lei arriverà in Italia come un cagnolino. MAI. Sarebbe avvilente anche per il nostro cliente 'normale', che rappresenta il 95% di chi si rivolge a noi (ci sono purtroppo le eccezioni, cari connazionali).
Io dico sempre : seleziona un buon numero di preferenze (io consiglio almeno 12-15), con una differenza di età non eccessiva, io ti presenterò a loro e poi vedremo quelle che realmente sono interessate a conoscerti.
E quindi non sono MAI tutte convinte, perchè se fossero tutte sarebbe vero che desiderano venire in Italia a tutti i costi, magari lei ventenne e lui sessantenne...

giovedì 11 gennaio 2007

Siamo anche a MILANO

L'area di Milano e zone limitrofe (voglio dire Brescia, Bergamo, Como, Varese etc..) rappresenta la zona più dinamica, intraprendente ed attiva dell'Italia. Mi sono resa conto che la mentalità in queste zone è decisamente adatta alla nostra attività. Sono persone predisposte ai viaggi, alle nuove conoscenze Internazionali, non si scoraggiano e sono dotati di una buona dose di ottimismo. Sono in definitiva i fattori che hanno decretato il successo anche economico di queste zone. Parlando con il nostro amico Francesco, egli ci ha confermato che una altissima percentuale di coloro che hanno intrapreso attività dinamiche in questo bacino hanno ottenuto risultati molto soddisfacenti.
E' per questo che ho deciso di porre qui il nostro primo passo fuori della nostra 'storica' zona di Torino. Sono sempre di più coloro in Lombardia che desiderano affrontare una conoscenza affettiva con una Ragazza Russa ed il fatto di avere una sede raggiungibile comodamente agevola sicuramente le cose.
Sempre più clienti mi chiedono di avere un colloquio personale prima di decidere. Vorrei poter accontentare tutti ma a volte la distanza può essere un ostacolo. Mi vengono in mente quegli intraprendenti clienti Siciliani che hanno preso un volo Palermo-Torino per venirmi a trovare!

Quindi da oggi, cari Lombardi, Veneti, Emiliani, siamo più vicini !
SIAMO ANCHE A MILANO !!

mercoledì 20 dicembre 2006

Sanpietroburgo out

Da questa settimana non gestisco più la sede di Sanpietroburgo. Ormai, come avevo fatto notare nel post precedente, è diventato difficile poter presentare ragazze 'normali' da questa città. Cosa intendo per normali ? Intendo ragazze che non vogliano venire in Italia solo per fare un pò di shopping ma che pensano realmente di formare una famiglia.
E questo tipo di persone le trovo ancora nella grande provincia Russa, in cui ho tre uffici (Samara, Novgorod, Rostov). Su queste città, e su altre in cui penso di aprire nuove sedi, si concentrerà il nostro lavoro.
Vedo che molte,moltissime altre agenzie continuano a presentare ragazze di San Pietroburgo descrivendone caratteristiche irrealistiche e non più attuali...

martedì 19 dicembre 2006

Le ragazze russe. Sanpietroburgo, Rostov, Samara, Novgorod

E' stupefacente notare come sia ormai diversa la mentalità delle ragazze Russe delle varie zone del mio paese. Ormai le ragazze delle grandi città (Mosca e Sanpietroburgo) hanno acquisito una mentalità simile alle coetanee di Milano, Londra o NewYork, mentre basta allontanarsi qualche centinaio di Kilometri che la cosa cambia. Ad esempio a Novgorod (5 ore di treno da Mosca), ancora restano salde le caratteristiche di dolcezza, adattabilità e semplicità che tanto attraggono gli uomini occidentali...
Non parliamo poi di Rostov o Samara.
Quest'ultima città in particolare. Qui troviamo persone veramente a modo, senza esagerati miti del lusso e del cosnsumismo, ma senza essere fuori dal mondo comunque. Mi è capitato una volta di conoscere una bellissima ragazza che viveva a Rostov con la mamma. Alta, bionda, magrissima : una modella. Lei proveniva da uno sperduto paesino della siberia e si era iscritta alla mia agenzia a Rostov. Le sarebbe piaciuto conoscere un Italiano. Quando un cliente di Roma iniziò a corrispondere con lei ne fui felice. Venne in Italia ed entrambi si presentarono da me. Lei era veramente bellissima, ma purtroppo era abituata a vivere nel suo paesino della siberia ed il contatto con una realtà cosi' diversa la intimidiva molto. Ci volle una certa dose di pazienza per farla ambientare ed anche le cose più elementari (come i diversi prodotti per cucinare) la mettevano in imbarazzo. Comunque si adattò bene e piano piano (anche con l'aiuto del partner) riusci' a trovare la sua dimensione nel nostro paese.